Seleziona una pagina

MILANO

Acciaio.Cemento.Legno

Arredo Urbano A MILANO

12016 Peveragno (CN) ITALY

Tel: (393) 91.13.171

Richiedi Ulteriori Informazioni

Per qualsiasi informazione sui prodotti a catalogo o qualora volessi realizzarne di nuove, secondo i tuoi disegni, contattaci.

Le Nostre Collezioni

Cestini

Dissuasori di Sosta

Fontane

Fioriere

Panchine

Paletti e Salvapiante

Portabiciclette

Transenne

Tempo Libero

Scopri Le Nostre

Realizzazioni

Dai un’occhiata gli interventi che abbiamo effettuato nell’Italia del nord ovest. Vedere un oggetto di arredo urbano in un contesto reale ne da, a volte, un volto completamente diverso.

L’ENERGIA DI UN NUOVO INIZIO

“Siamo fatti della
stessa sostanza dei sogni”

Abbiamo utilizzato questa splendida frase di  Shakespeare perchè pensiamo di avere tutte le carte in regola per rendere reale qualsiasi progetto di arredo urbano. Puoi essere un progettista alla ricerca di un’ispirazione o di un partner affidabile per la produzione degli elementi di arredo che hai progettato. Oppure lavori in un’impresa che deve soddisfare le richieste della sua committenza. Sicuramente una soluzione in questo sito la puoi trovare. Aziende italiane, specializzate nella lavorazione dei materiali con i quali vengono proposti i nostri arredi, con innovazione tecnica e cura artgianale ,da anni, realizzano piccoli e grandi sogni di tanti progettisti ed imprese italiane.

Le nostre collezioni di prodotti.

Gli elementi di arredo urbano su progetto.

Oltre a disporre di una vasta scelta di elementi di arredo urbano, mettiamo a tua disposizione la nostra esperienza e la tecnologia acquisita per produrre quello che “avevi in mente”. La nostra divisione custom infatti realizza manufatti su commessa o progetto in base alle specifiche esigenze del cliente. Quindi se hai progettato il TUO arredo urbano, portaci i progetti. Oltre a darti dei consigli sui materiali e sulla realizzazione ti faremo un preventivo senza impegno del costo di realizzazione dello stesso.

Contattaci direttamente

Lunedì–Venerdì: 8am–8pm
(393) 91.13.971

Acciaio

Calcestruzzo

Legno

Referenze

Da anni, essendo i nostri stabilimenti alle porte di Torino, lavoriamo prevalentemente nel nor-ovest italiano. Grandi brand e tante città ci hanno dato fiducia e continuano a collaborare con noi. Speriamo di poter fare altrettanto con te!!

Richiedi un preventivo

Telefono

(393) 91.13.971

Email

info@caseedesign.it.com

Arredo urbano a Milano

La contessa Minuto aveva ufficialmente messo piede nel quadrilatero della moda. Gucci, Prada e Armani erano a due passi. Forse perchè erano così facilmente raggiungibili. Probabilmente per un calo degli zuccheri ma nella sua mente un massaggio chiaro si stava palesando: Arredo urbano a Milano. Infatti come dice wikipedia a proposito della città, tutto qui era facilmente raggiungibile. In primo luogo Lei aveva sudato sette camice per l’arredo urbano e non voleva sicuramente farsi scappare l’occasione. Poi la città in questi ultimi tempi era diventata così bella!!! Si, bisognava assolutamente creare qualcosa di unico.

Milano e l'arredo urbano

Stava tranquillamente sorseggiando una bottiglia di champagne in Piazza della Scala quando cominciò a pensare in che modo arredare la città. Arredo urbano Cuneo era nato lentamente, ma qui? La piazza del Duomo, così bella e solare aveva bisogno di elementi studiati appositamente per Lei. Non si poteva lasciare nulla ala caso. E vero che esisteva una divisione custom nella sua azienda. Ma non era assolutamente sufficente. Non si poteva tralasciare nulla. Si sarebbe dovuto studiare il tutto nei minimi particolari. E poi quella era la capitale della lombardia e della finanza italiana. Quindi il tutto doveva essere fatto con grande attenzione.

Milano, la città da bere

Ma diciamocelo, quale città meglio di Milano poteva trovare la contessa per l’arredo urbano? Creare e progettare una linea di arredo urbano a Milano l’avrebbe sicuramenteresa entusiasta. Amava la città. Adorava le sue boutiques. Sant’Ambrogio, che bella era quella chiesa. Quindi, con estrema eleganza nei giardini del parco Sempione estrasse carta e matita e incominciò a disegnare. Le parole del principe Orazius si rincorrevano nella mente. Sapeva che la lombadia e l’arredo urbano in Lombardia erano strategici per crescere e per consolidarsi cone dei veri e propri leaders. In primo luogo perchè quella era la regione più ricca d’Italia.

Arredo urbano in lombardia

E poi. Era nella mecca di tutti i designers. In primo luogo tutti i grandi maesti contemporanei erano o avevano i loro uffici in quella città. In secondo luogo lei voleva diventare una vera e propia leaders nel campo dell’arredo urbano. Di conseguenza una sfilata dei suoi prodotti di arredo, magari sui Navigli era cosa opportuna e da farsi al più presto. Lo champagne era finito. Si fece portare in galleria per sedersi in un bar e sorseggiare qualche bicchiere di Calvados. Tanta era la gente che passava in quelll’ambiente e subito la contessa pensava ai cestini, alle panchine ai portabiciclette e alle fioriere che poteva disegnare.

Milano, complementi d'arredo

Il gran caldo era passato. L’aria si faceva frizzante e la contessa decise di fare un po’ di shopping in via della Spiga. Si ricordava le serate passate a San Babila in compagnia di principi e industriali da giovane. Che bei tempi!!! Era rimasto tutto intatto, forse ancora più bello. Probabilmente pensava una città di questo tipo non muore mai. Si trasforma diventando ancora più bella. E allora Arredo Urbano Milano, anche nel suo piccolo avrebbe dovuto dare una mano. Un design fresco e frizzante ma molto elegante per far risaltare le bellezze di questi luoghi. Probabilmente avrebbe creato elementi di arredo che si sposavano con ogni scorcio di città.

La lombardia e l'arredo urbano

Chiamò precitosamente Pippo, il suo autista. Troppe erano le borse con vestiti e scarpe che aveva incontrato. Forse per la stanchezza o per il caldo…..ma in lontanaza le sembrò di intravedere il principe Orazius. Era un segno? Arredo urbano a Milano era così importante da richiamare anche il suo protettore? Tutto era possibile. Quello che si poteva dire per certo e che ora la lombardia avrebbe sicuramente fatto un salto di qualità. Probabilmente nulla sarebbe più stato come prima. Ne era certa.