Seleziona una pagina

Arredo Urbano in Lombardia

Centinaia di elementi di arredo urbano per trasformare la tua città

Materiali di pregio

Dal legno all’acciaio zincato o corten, al calcestruzzo liscio,sabbiato o levigato….il tutto seguendo un’accurata selezione dei materiali e trattamenti all’avanguardia,

L'arredo urbano di evolve

“Nell’arredo urbano è fondamentale, a mio avviso, l’intervento artistico. Ciò richiede un lavoro di integrazione tra architetto e scultore, interessante e di stimolo reciproco, ma anche complesso e problematico”
Arnaldo Pomodoro.

Arredo urbano smart

Complementi di arredo off grid capaci di produrre energia e alimentare così svariate funzioni come l’illuminazione pubblica, la ricarica di dispositivi elettrici, il Wi-Fi, ecc

Legno

Il legno è un materiale naturale e come tale presenta sempre differenze per fiammature, tonalità o imperfezioni naturali. Anche il variare delle condizioni atmosferiche può incidere sul suo volume ma tutto ciò è estremamente naturale.

 

Acciaio

Per gli elementi di arredo urbano in acciaio a polveri, case&design utilizza alternativamente tre sistemi di zincatura a seconda di quello più adatto per spessore, forma o processo di lavorazione. I metodi sono quello di zincatura a caldo, elettrolitica a freddo o Sendzimir.

 

Corten

Per attivare la maturazione dell’acciaio corten case&design preferisce ricorrere al sistema di ossidazione mediante agenti atmosferici il cui ciclo naturale è di circa 12/18 mesi. E possibile comunque su richiesta acquistare i prodotti con un processo di “antidilavamento” pagandone un relativo sovrapprezzo.

 

Calcestruzzo

Lavoriamo il calcestruzzo da oltre sessant’anni e abbiamo imparato a dosare gli inerti al fine di dare la maggiore resistenza possibile al manufatto. Con l’aggiunta di inerti pregiati quali marmi o graniti otteniamo risultati di eccellenza nelle nostre finiture liscio architettonico, sabbiato o levigato.

 

La nostra mission

Maestri Artigiani, Materiali Pregiati e La Vostra Ispirazione

….Platone diceva:” Colui che si accosta al tempio delle muse privo di ispirazione, illudendosi che le doti dell’artigiano possano bastare, resterà per sempre un improvvisatore e i suoi versi arroganti verranno oscurati dal canto dei folli”. Siamo certi di essere circondati da tanti grandi architetti italiani e metteremo le nostre conoscenze, abilità e tecnologie a servizio della Vostra ispirazione.

La produzione custom

Grande esperienza e tecnologia all'avanguardia

Hai un progetto in mente e stai cercando un’azienda per realizzarlo?

Tanti progetti realizzati per grandi brand

Le collezioni

Nove collezioni che ragguppano centinaia di soluzioni diverse.

Cestini

Transenne

Paletti e Salvapiante

Fioriere

Dissuasori di sosta

Portabiciclette

Fontane

Panchine

Tempo libero

I nostri lavori

Le Referenze

Il nostro motto

“I dettagli fanno la differenza ma la differenza non è un dettaglio”

Richiedi un preventivo

Telefono

(393) 91.13.971

Email

info@caseedesign.it.com

arredo urbano in lombardia

La contessa Minuto decise di mettersi in viaggio. Da molto tempo infatti viveva un momento di grande ispirazione creativa. Panchine, fioriere, portabiciclette, fontane e transenne viaggiavano nelle sua mente. Forse perchè quello era un bel momento per Lei. Probabilmente il clima e il buon andamento degli affari rendevano il tutto ancora più favoloso. Ma come dice wikipedia a proposito della lombardia, meta che voleva raggiungere nel suo viaggio la regione era splendida ma anche molto esigente. Decise quindi di prepararsi moralmente, fisicamente ed esteticamente per quel viaggio. Milano, Brescia, Bergamo….e il suo arredo urbano.

La lombardia e l'arredo urbano

Chiamò Pippo e si fece preparare la macchina. Dopodichè salì in camera e incominciò a sorseggiare del buon champagne. In primo luogo perchè aveva sete. In secondo luogo sapeva benissimo che la bevanda le aumentava l’ispirazione artistica. Si, arredo urbano in lombardia doveva essere assolutamente una realtà e, mai come prima ne era fortemente convinta. Quindi passo al calvados mentre cercava tra i vari armadi quale tra le migliaia di vestiti l’avrebbe fatta sentire più a suo agio. Sul lago di como non poteva sembrare una sciattona. Nenache per le vie di milano o sui castelli bresciani. Tutto doveva essere perfetto per i suoi elementi di arredo urbano.

Arredo urbano mon amour

Partì con la sua Roll e tra i vetri oscurati pensava intensamente al suo nuovo pbbiettivo. Ovvero realizzare una nuova collezione di arredo urbano in lombardia. Era felice ma nello stesso tempo un po’ stressata. Bisognava lavorare molto intensamente su questo progetto e non c’era sicuramente tempo da perdere. Probabilmente la sua sezione custom  l’avrebbe aiutata notevolmente, ma non si poteva lasciare nulla al caso.

Infatti c’erano centinaia di cose a cui pensare e creare degli elementi di arredo urbano era sempre stato un lavoro immane. Ad un tratto, dopo aver passato Novara le vennero in mente le parole del principe Orazius.

Lombardia bella e straordinaria.

Il tempo passava. Tutto era quasi perfetto. Oramai Milano era ella porte!!! Ma inizialmente lo si voleva oltrepassare. Subito a Brescia a pensare all’arredo urbano in Lombardia. Solo una piccola sosta in un bar. Scese un’istante. Il tailleurs Le stava d’incanto. Si lasciò oltrepassare dagli sguardi di ammirazione della gente. Era bella, davvero bellissima e Lei lo sapeva. Ma il suo cuore era per l’arredo urbano. Oramai pulsava solo più per Lui. Evviva!!!! Pensò ad un tratto. Già cinque diverse panchine Le erano passate per la mente. Doveva subito disegnarLe così da tenerle bene a mente. Tutto era importante adesso!!!. 

arredo urbano, il suo viaggio

La macchina stava proseguendo velocemente. La tangenziale di Milano era oltrepassata. Sempre grandi code ma anche la possibilità di ammirarla di lontano. Brescia o Bergamo? Pavia o Como? C’erano così tante cose da vedere in questa regione!!! Voleva assorbirle tutte e prenderne ispirazione. Viaggiava con l’auto ma anche con la mente. Gli elementi di arredo urbano si susseguivano uno dopo l’altro. E poi….la lombardia era così bella!!! Così affascinante!!! Non si doveva lasciar scappare nulla e il principe Orazius era al suo fianco. Che gran soddisfazione. Era certa che sarebbe stato un grande successo.  

Mantova la bella

L’arredo urbano oramai era una realtà. Aveva infine deciso di andare a Mantova. Splendida città di cui aveva sentito parlare. Non l’aveva mai vista. Si fece lasciare davanti ad un bar. Del buon calvados Le avrebbe permesso di poter partire sicuramente alla grande. I fogli da disegno erano pronti. Era ora di mettersi subito all’opera!!!