Abbiamo suddiviso gli elementi di arredo urbano in 9 collezioni per rendere più agevole la tua scelta

Cestini

Cestini in acciaio. calcestruzzo o legno con forme e capienze differenti studiate per ogni tipo di necessità

Vedi collezione

Dissuasori

Per una città ordinata e una viabilità corretta. Ultimamente fondamentali per la sicurezza delle aree pedonali.

Vedi collezione

Fioriere

L’elemento di arredo urbano più gradevole per ciò che ospita in se. I mille colori dei fiori e delle piante in fioriere solide, curate e di design.

Vedi collezione

Fontane

Niente di più piacevole nelle nostre estati. Dissetarsi, rinfrescarsi o semplicemente pulirsi. Il tutto con un tocco di design.

Vedi collezione

Panchine

L’elemento di arredo urbano per eccellenza!! Di ogni forma, dimensione e materiale per rendere i nostri spazi aperti comodi e vivibili.

Vedi collezione

Portabici

Nelle nostre città che vogliono essere sempre più green l’accessorio indispensabile per riporre le nostre amate biciclette.

Vedi collezione

Paletti e Salvapiante

Complementi di arredo che contribuiscono ar armonizzare ogni progetto di urbanizzazione che vuoi realizzare.

Vedi collezione

Transenne

Utili e soprattutto necessarie per la viabilità e la sicurezza, vari modelli per armonizzarsi nel contesto urbano in cui vengono inserite,

Vedi collezione

Tempo libero

Dal ping pong al calcetto e poi tavoli, sedute e tutto ciò che è necessario per divertirsi negli spazi aperti.

Vedi collezione

Le collezioni

  • Fioriere
  • Dara, elemento di arredo urbano
    cestini
  • Dissuasori
  • Fontane

Arredo Urbano Piemonte

Oramai era sera. “Sembra una notte luminosa”, esordì la Contessa Minuto. La luna si rifletteva splendidamente sul bordo della piscina. Di conseguenza, ella pensò, posso dedicarmi alla mia missione. Forse perchè era tutto così naturale. Probabilmente gli astri si erano incontrati. Ma arredo urbano in Piemonte era il pensiero che la divorava. Un ultimo calice di champagne o del buo Calvados? Si accese la sigaretta e le linee sinuose delle panchine e dei portabiciclette oramai avevano assorbito ogni sua energia. Si rammentava l’incontro con Orazius. Di conseguenza la “visione” continuava a dimorare nei suoi pensieri. Certamente i recenti viaggi in sudamerica e nelle isole Fiji davano sostanza alla sua creatività!!! Probabilmente la stessa frase “arredo Urbano Piemonte” le infondeva una tale creatività e grazia che il resto era trascurabile. Quindi i kilometri di tappeti in seta, l’argenteria e la porcellana del 700 le sembravano trascurabili. Bisognava concentrarsi. E subito!!! Perchè le panchine, i cestini e le fioriere non aspettavano. Allo stesso modo, portabiciclette, transenne e paletti urlavano dentro la sua anima!!!!

La decisione

Oramai lo champagne e il Calvados avevano fatto i suoi effetti. In una splendida vestaglia Chanel la Contessa Minuto si preparava a porre le prime pietre miliari di arredo urbano piemonte. Un pensiero ai grandi dell’architettura. Sembra che essa disponesse di un “fil rouge” con Michelangelo!!! Allo stesso modo i quartieri di New York e di Tokio riecceggiavano nella sua mente. Le linee incontrate a Buenos Aires o a Lima contribuivano a mantenere ferma la sua mano. Arredo Urbano Piemonte. Questa era la frase che recitava quasi come una preghiera. Perchè i ricordi dell’infanzia non si potevano dimentivare. I viaggi ed i soggiorni presso i castelli e manieri dei cugini erano ancora vividi nei suoi ricordi. Forse erano bei tempi? Probabilmente senza cristalleria, pellicce e Champagne. Certamente erano stati viaggi agresti. Viaggi di infinita ispirazione!!!!