Seleziona una pagina

Libera tutta la tua creatività.

Con le conoscenze artigianali ed i processi produttivi altamente innovativi possiamo realizzare ogni elemento di arredo urbano che hai in mente.

I tuoi disegni

Pur producendo tantissimi elementi diversi di arredo urbano ci siamo resi conto che ogni progettista e tante città vorrebbero avere qualcosa di unico e di particolare. Ecco perchè, se hai in mente qualcosa di tuo e vorresti vederlo realizzare, ti basta tradurlo in un disegno ed inviarcelo per capire se è producibile e quali sono gli eventuali costi.

Le nostre competenze

Siamo aziende che lavorano da tantissimi anni nel mercato italiano. Oltre alla nostra esperienza mettiamo a tua disposizione un background tecnologico di ultima generazione per rendere fattibili anche i progetti più ambiziosi. Ti seguiremo passo passo consigliandoti quando necessario sulle scelte più consone al risultato che vuoi ottenere.

Macchinari all’Avanguardia Per Arredi Senza Compromessi

Il taglio laser è la tecnologia di ultima generazione che utilizza un fascio di luce estremamente potente, localizzato in un punto specifico. Questo fascio crea una fusione delle particelle di materia con cui entra in contatto, per realizzare sagomature e disegni sull’acciaio, di qualsiasi natura. Il tutto accompagnato da una verniciatura interna per ridurre e rendere più efficente il processo produttivo.

Finiture Uniche ed Estrema Cura nei Dettagli.

La possibilità di utilizzare casseri di ultima generazione per controllare anche il più piccolo tra i particolari. Un’impianto estremamente efficente che permette di conferire al calcestruzzo ogni tipo di finitura per mettere in risalto, qualora lo si richieda gli inerti più preziosi.

Le tue forme

Queste non possiamo mostrartele perchè attualmente fanno parte solo ed esclusivamente dei tuoi progetti.

Il Nostro Motto

{

Realizzando i nostri prodotti ci piace ricordare questa frase:”I dettagli fanno la differenza ma la differenza non è un dettaglio.”

- Microsoft

Iscriviti alla Nostra Newsletter

Rimani aggiornato senza impegno sull’evoluzione delle collezioni e dei nostri processi produttivi.

Argo plus, il piccolo diventa grande

La contessa Minuto si era appena svegliata. Croissant e the oppure un sorso di Calvados con una buona cioccolata calda? L’idea di trasformare Argo, il suo splendido cestino in qualcosa di più spettacolare la solleticava alquanto. Argo plus, un cestino, il cestino!!! Dal balcone del suo loft a Torino immaginava Piazza San Carlo già cosparsa di questi cestini. Forse a causa del clima umido, probabilmente per i raggi di sole che ne illuminavano gli scorci. Sicuramente l’arredo urbano avrebbe avuto una marcia in più. La sua collezione di arredo urbano Cuneo e arredo urbano Torino non sarebbe stata mai così fantastica. Che dire? L’eccitazione si faceva strada e non vedeva l’ora di mettersi uno Chanel e scendere per le vie della sua amata città. Sognava o era desta? Sicuramente quella era una giornata fantastica!!!

La creazione di Argo Plus.

La rivelazione con il conte Orazius le riscaldava ancora il cuore. Forse tutte quelle linee le erano di conforto. Sembra che in quei momenti il cestino le si fosse apparso distintamente per poi svanire. Perchè si chiedeva. Forse era necessario rivedere la sua amata piazza. Probabilmente non era salutare rimanere sempre chiusa nel suo castello in collina. La città doveva essere vissuta se si voleva realizzare una grande collezione di arredo urbano. Ecco che allora, dopo una rapida colazione scese le scale con in mano ancora il suo foulard Hermes; quasi avesse fretta. Si trovò ben presto nell’atrio del suo palazzo e si rese conto di non essersi neanche specchiata!!! Orribol, pensò. D’alto canto l’arredo urbano Torino era in cima ai suoi pensieri. Qualche piccola svista nel suo abbigliamento non sarebbe poi stata così significativa.

Argo Plus si manifesta.

Aprì il portone. Pesantissimo!! Il barocco era fatto di oggetti pesanti e lei era in vena di leggerezza. Argo plus doveva rispecchiare questa sua predisposizione, questa leggiadra armonia. I cestini non sarebbero più stati gli stessi. L’arredo urbano sarebbe cambiato definitivamente con la comparsa di questo nuovo elemento. Stava passeggiando sotto i portici, tra le varie boutiques e vedeva con stupore ed apprensione quanto tutto fosse così dozzinale. Forse non si era mai pensato ai cestini. Probabilmente l’arredo urbano Torino avrebbe dovuto fare un salto di qualità. Ma che sciocca? Aveva lasciato a casa i suoi occhiali da sole. Era imperativo entrare da Gucci e comprarne alcuni paia. Una giornata così non poteva essere vissuta senza il giusto contorno. Già che c’era una sosta al caffè San Carlo era d’obbligo.