Seleziona una pagina

DIMENSIONI

COLORI

IMMAGINI

PRODOTTI CORRELATI

DIMENSIONI

COLORI

Ral 6009

IMMAGINI

DELLA STESSA COLLEZIONE

  • Cestone
  • Clash
  • Argo
  • Doria
  • Argo elemento di arredo urbano
    Argo plus
  • Basic
  • Basculante, elemento di arredo urbano
    Basculante
  • BCN elemento di arredo urbano
    BCN
  • Circular, il cestino.
    Circular
  • Circolo
  • Citize, elemeto di arredo urbano
    Citizen
  • Dara
  • liberty
  • Kube
  • Olea
  • Quadra
  • Salou
  • Slash
  • Smoke
  • Tulipa, elemento di arredo urbano
    Tulipa
  • Vida, elemento di arredo urbano
    Vida

Il cestino Liberty ad Asti

La contessa Minuto era appena scesa in Corso Vittorio Alfier ad Asti. C’era un’atmosfera vagamente liberty per la via, qualcosa che le trasmetteva una sensazione piacevole e lontana. Cestini, si!!! Ecco l’inghippo. Questa era sicuramente la città dove sarebbe nato un nuovo componente della collezione arredo urbano. Arredo urbano Piemonte? No troppo evidente. Qualche bicchiere di Calvados sorseggiato in un bar anonimo ed ecco che i ricordi del palio Le affioravano nettamente. Che splendide giornate. Le urla, gli incoraggiamenti alle varie contrade. E poi, nelle giornate fredde, la possibilità di sfoggiare la pelliccia di ermellino che tanto amava!!! I tacchi le davano un po’ fastidio e quella borsetta Gucci, appena comprata era particolarmente “dura” di pellame. Ma quanta invidia!!!

Asti e l'arredo urbano

Si, quella era la città giusta. Quelle erano le vie e le piazze giuste. La contessa Minuto ricordava anche tutti gli amanti che ai tempi che furono l’avevano resa felice. Tutti astigiani, con ua personalità particolare ma sicuramente molto piacevoli. Quasi quasi era il tempo di tornare in hotel, ritovare i vecchi amici e ……..Ma l’arredo urbano? Il cestino liberty? Era tutto chiaro? Di quale colore realizzarlo e soprattutto……con quale materiale? Forse aveva viaggiato troppo con la mente? Sicuramente la nebbiolina, il Calvados e lo Champagne erano stati piacevoli fratelli. Ma ora l’arredo urbano piemonte, l’arredo urbano Cuneo e soprattutto l’arredo urbano Torino dovevano acquisire la giusta importanza. In primo luogo tutta quella strada l’aveva fatta con quello scopo. L’amore si sa, va e viene, i cestini no!!

Asti è liberty

La Roll Royce oramai l’aspettava nell’ingresso secondario. La notte le era piaciuta assai e lo schizzo del nuovo straordinario cestino lo portava sotto le braccia. Stanca ma soddisfatta si preparava a lasciare la bellissima Asti sicura che con la nuova collezione di cestini, la città le avrebbe reso omaggio. Due crostini al caviale e qualche oliva taggiasca di cui era golosissima e poi….una buona barbera d’asti come contorno. Si, quello era il menù che avrebbe proposto alla sfilata. Probabilmente un tantino pesante, ma quanto gustoso era? E poi, il cestino era capiente, bello e vagamente retrò. In primo luogo era solido. Successivamente si poteva dire che fosse di rara fattura. E allora!!! Viva l’arredo urbano e tutte le sue componenti. Soddisfatta salì sulla macchina che in un baleno la portò in collina a Torino.