Seleziona una pagina

DIMENSIONI

COLORI

IMMAGINI

PRODOTTI CORRELATI

DIMENSIONI

COLORI

Nero fucina

IMMAGINI

DELLA STESSA COLLEZIONE

  • Cestone
  • Clash
  • Argo
  • Doria
  • Argo elemento di arredo urbano
    Argo plus
  • Basic
  • Basculante, elemento di arredo urbano
    Basculante
  • BCN elemento di arredo urbano
    BCN
  • Circular, il cestino.
    Circular
  • Circolo
  • Citize, elemeto di arredo urbano
    Citizen
  • Dara
  • liberty
  • Kube
  • Olea
  • Quadra
  • Salou
  • Slash
  • Smoke
  • Tulipa, elemento di arredo urbano
    Tulipa
  • Vida, elemento di arredo urbano
    Vida

Dara e Genova

Il rumore del mare si sentiva distintamente. Sicuramente ciò che avvertiva la contessa era un suono piavevole e rilassante. Ventimiglia, Sanremo, Imperia e Savona oramai erano alle spalle. La sua Roll Royce sfrecciava disinvolta sull’autostrada dopo i bagordi di Montecarlo. Quella famiglia e quel principe in confronto ad Orazius……No comment. In primo luogo Orazius le aveva trasmesso delle vere e proprie illuminazioni. Dara, il nuovo cestino della collezione arredo urbano, avrebbe sicuramente inaugurato anche una nuova linea. Forse arredo urbano Liguria o arredo Urbano Savona. Non ne era sicura. Tutto era ancora da studiare ma l’intento di sfondare anche in quel fazzoletto di terra dalle mille magie era sicuramente forte. Probabilmente un buon bicchiere di Champagne avrebbe reso tutto più semplice.

La spiaggia e il cestino.

 Un semplice e sobrio prendisole sotto il calore di una giornata di giugno. Dara, il cestino per eccellenza era chiaro nella sua mente. Certamente Chanel e Hermes, le sue due prime guide l’avrebbero aiutata ad avere le idee più chiare. Ma osservare il tuto dalla solita suite di un albergo al nono piano era noioso. In primo luogo lassù il sole batteva più forte. Poi tutto quel traffico e quell’odore di scarico delle macchine mal si mescolava alla fragranza scelta per la giornata. Assolutamente e certamente due passi sulla spiaggia, purchè la plebaglia non la infastidisse troppo. Si rese quindi quasi irriconoscibile. Forse la parrucca, forse gli occhialoni, ma da quel momento era tutta pronta a disegnare Dara, il cestino per antonomasia. Si infilò velocemente nell’ascensore e schiacciò il pulsante. 

La notte e l'arredo urbano

Le luci della città si riflettevano splendidamente sul mare. Probabilmente da parecchio tempo la contessa non si era sentita mai così felice. Sicuramente la schiuma che l’avvolgeva nella piscina di latte di mula aveva una fragranza differente,……mai sentita!!! Dara, il cestino della liguria era pronto. La nuova collezione di arredo urbano si stava preparando nelle officine di Torino e Cuneo e il popolo piemontese rivoleva  e reclamava la loro contessa. Quanto era difficile separasrsi dal mare. Da quegli odori e da quelle sensazioni. Probabilmente i grandi corsi di Torino non erano altrettanto accoglienti. Ma si sa. Una vera imprenditrice non può separarsi dalle sue creazioni. L’arredo urbano fremeva. I cestini esultavano quasi a voler sfilare da soli con gambe umane.