AUTOBLOCCANTI
ARREDO URBANO
BLOCCHI
CANALINE
CEMENTO & DESIGN
MANUFATTI TECNICI
MURI A SECCO
PIASTRELLONI
Seguici:
Back to top

case&design

  /  Manufatti   /  Autobloccanti   /  La protezione degli autobloccanti.
protezione autobloccanti

La protezione degli autobloccanti.

Abbiamo già affrontato in un precedente articolo ( leggi ) le principali cause del degrado delle pavimentazioni esterne ( autobloccanti e pietra naturale). In esso siamo arrivati alla conclusione che qualora si riuscisse ad intervenire sulla porosità di questi materiali, gli stessi avrebbero una durata notevolmente superiore. Infatti sia il gelo e disgelo, sia i sali disgelanti non intaccherebberò più la struttura del materiale. In questo articolo ci soffermeremo sulla ( a nostro avviso) migliore soluzione per gli autobloccanti avvalendoci di un prodotto che è il risultato di una lunga collaborazione tra la Cementubi Spa (produtrice di autobloccanti ) e l’Ecobeton (azienda specializzata nella protezione dei manufatti cementizi). Da questa cooperazione è nata una speciale formulazione del Pavishield, eccellente protettivo, usato oramai da decine di anni nella lotta contro il degrado del cemento.

Paviauto

Veniamo quindi alle caratteristiche di questo prodotto. Pavishield è comunemente chiamato in edilizia con il nome di “vetro liquido”. Perchè? In quanto ha le stesse caratteristiche del vetro ma si presenta in forma liquida. Il suo vantaggio principale consite nella formulazione chimica con il quale è preparato. Al suo interno infatti è presente un reagente (catalizzatore) che a contatto con le sostanze presenti nel calcestruzzo gli permette di passare dallo stato liquido a quello solido. Per farla semplice, a contatto con gli autobloccanti si trasforma nel vetro che tutti conoscete. La reazione è irreversibile (ovvero non può ritornare liquido nel futuro). Spruzzato quindi sulla pavimentazione esso viene assorbito dalla stessa e va a chiudere tutte le microporosità del calcestruzzo per una profondità di alcuni centimetri.

Analisi al microscopio

Nelle fotografie alla sinistra vedete due campioni di calcestruzzo ingrandite con un microscopio. Il primo è al naturale e presenta un numero elevato di microporosità. Il secondo campione invece è stato trattato con Pavishield e, come potete osservare, in esso le microporosità sono chiuse perchè riempite dal prodotto allo stato solido. Ciò impedirà quindi al manufatto di assorbire acqua o altre sostanze che, come abbiamo visto, sono la principale causa del degrado di questo tipo di pavimentazione.

Ulteriori vantaggi del prodotto

E’ pronto all’uso

Pavishield non richiede particolari miscelazioni o accorgimenti successivi. Viene infatti utilizzato così come si presenta nella confezione. L’unica avvertenza da tener presente è quella di non indossare, durante il trattamento, oggetti di vetro (occhiali, orologi, ecc,ecc) in quanto qualora entrassero in contatto con esso, il prodotto si solidificherebbe attaccandosi in modo definitivo ai Vostri accessori.

E’ completamente atossico

I manufatti cementizi trattati con Pavishield non presentano alcuna tossicità. A dimostrazione di quanto affermato c’è una specifica certificazione dell’A.R.P.A. Con esso si sono protette le parti in cemento di alcuni aquedotti di acqua potabile. Quindi i vostri bambini, nonchè cani, gatti, ecc non saranno soggetti ad alcun rischio venendo a contatto con gli autobloccanti trattati. Esso inoltre non altera minimamente la superficie del manufatto mantenendone immutato il colore.

E’ di facile applicazione

Sarà infatti sufficente versare il prodotto in una pompa manuale a pressione (anche quella che utilizzate per bagnare le piante o i fiori). Dopodichè procederete a spruzzarlo sul pavimento (preferibilmente asciutto e pulito). Sono necessarie due mani intervallate da 8/10 ore tra una e l’altra. Preferibilmente, affinchè non evapori immediatamente, è consigliabile, soprattutto d’estate, procedere al trattamento la mattina o la sera, quando non fa troppo caldo e il sole non ha scaldato eccessivamente la vostra pavimentazione. Con un kg di prodotto vengono trattati 5 mq di pavimentazione (resa per le due mani occorrenti). Vi consigliamo infine di cambiare il verso di applicazione tra la prima e la seconda mano garantendovi così di averlo spruzzato in modo uniforme su tutta la pavimentazione. Ricordatevi infine di lavare la pompa e l’uggello con acqua dopo l’applicazione.

Ha una durata quasi “infinita”

La durata della vita del vetro è mediamente stimata in 400 anni. Per cui, qualora non andiate a rimuovere meccanicamente la parte di autobloccante che si è vetrificata, il trattamento rimarrà presente per lo meno per il resto della vostra vita. Inoltre, penetrando all’interno del massello e non facendo alcun “film” al di sopra di esso, Pavishield non teme alcun tipo di lavaggio a cui vogliate sottoporre la vostra pavimentazione.

Conclusioni

Facendo quindi le dovute conclusioni, il prodotto che Vi proponiamo è unico nel suo genere. Esso con una formulazione specifica per gli autobloccanti, si avvale di un’esperienza oramai trentennale da parte della Ecobeton che lo ha sperimentato su ponti, gallerie, aereoporti ecc, ecc. Particolarmente rilevante è poi il fatto che, non alterando minimamente il colore della pavimentazione, vi consente ( qualora magari aveste un cortile di notevoli dimensioni) di trattarne anche solo una parte, quella più esposta alle intemperie ed al passaggio delle macchine. Inoltre, volendo, potete procedere per lotti differenti negli anni !! Sicuramente per chi vive in luoghi con inverni freddi, sarà sicuramente più tranquillo nel sapere che, in caso di ghiaccio, può far uso di sali senza compromettere la sua pavimentazioni. Infine Pavishield è provvisto di tutte le certificazioni richieste dalla CEE ed è garantito da una polizza assicurativa sul prodotto.

Lascia un commento

case&design